Fermo e Torre di Palme

Arrivo al Colle Girfalco dalla cui sommità godrete di una vista mozzafiato sul Monte Conero, le colline marchigiane, il mare Adriatico.

In fondo al parco ammirerete la Cattedrale di Fermo, Santa Maria Assunta in Cielo, con la sua maestosa facciata romanico-gotica in pietra bianca. Al suo interno, tra le varie opere, sono conservati affreschi del trecento, ed un sarcofago paleo-cristiano del III-IV secolo collocato nella cripta duecentesca.

Poi inizierete l’esplorazione di Fermo che conserva un impianto urbanistico rinascimentale intatto: partendo da Piazza del Popolo, tra le più belle delle Marche, si snodano una serie di itinerari costellati di chiese, palazzi nobiliari, cortili e portali artistici.

Alle ore 11,00 accompagnati da una guida visiterete le Cisterne Romane, un complesso architettonico sotterraneo di età augustea perfettamente conservato, la Sala del Mappamondo, definita dal National Geographic una delle biblioteche più belle del mondo, collocata all’interno del Palazzo dei Priori, ed il famoso dipinto l’Adorazione dei Pastori di Rubens, il Teatro dell’Aquila, uno dei più importanti teatri del Settecento italiano.

Dopo pranzo, ci sposteremo a Torre di Palme, borgo medioevale, abbarbicato su uno sperone roccioso verso la distesa marina. Un borgo con scorci urbani di fascino unico tra mare e colline.

Passeggiando tra le strette viuzze incontrerete pregevoli chiese medioevali: il Tempio di Sant’Agostino (XIV-XV sec.) dove si trova il polittico Madonna col Bambino, una delle più importanti opere del pittore veneziano Vittore Crivelli, la Chiesa di Santa Maria a Mare (XII-XIII sec.) al cui interno troverete moltissime opere pregiate e di unica fattura come quelle del sangiorgese Sigismondo Nardi, l’Oratorio di San Rocco con lo stemma di Torre di Palme; la bellissima torre merlata costruita attorno al XIII° secolo costruita a difesa dell’antico castello di Torre di Palme.

Visiterete il Museo Archeologico recentemente inaugurato dove sono esposti i resti di una necropoli picena del VI sec. a.c. scoperta sotto il borgo.

Per la visita alle Cisterne Romane è consigliabile portare indumenti adatti al clima umido della struttura.

Contattaci per Maggiori Info!

Preferisci un metodo più veloce e diretto? Allora chatta con noi subito!